Esplorare il territorio 2

Paesaggi di terra e di acqua 

Acqua, terra, palazzi, torri, chiese, ciottolati, raccontano 25 secoli di storia. E se le prime pagine – Etruschi fondatori, Galli, Romani – sono state scritte in museo, quelle successive si incontrano per le strade e tortuose d’una città-isola che è tutta, o quasi, centro storico e si fa leggere per grandi capitoli, rivelando ad ogni passo il privilegio d’essere stata orgogliosamente capitale per quasi 6 secoli compreso il momento comunale.

Palazzo Ducale

Uno dei maggiori d’Europa, con gli edifici annessi racchiude all’incirca 500 tra saloni e stanze, con una quindicina di piazze, cortili e giardini interni (anche pensili).

Palazzo d’Arco

Prestigiosa dimora di una delle famiglie mantovane eminenti, con ricca quadreria e ambienti arredati come quando i d’Arco vi abitavano.

Palazzo Te

Sontuosa residenza di vacanza di Federico Gonzaga figlio di Francesco e di Isabella d’Este marchese di Mantova. Un inno alla vita ed alla gioia di Giulio Romano.

Museo Archeologico Nazionale

La storia dell’intero territorio padano, dalla Preistoria all’Altomedioevo, distribuita nei tre piani dall’esposizione.

Alla fine del percorso, Mantova dal periodo etrusco all’epoca longobarda.

Le cicogne

Nel Parco del Mincio, la sorpresa del Parco delle Bertone, giardino aristocratico dei Conti d’Arco, ricco di piante d’alto fusto, anche di 100-150 anni e di essenze rare. Le cicogne bianche vi hanno fatto i nidi e si possono ammirare da vicino.

La foresta

La più vasta (230 ettari) delle foreste rimaste nella Valle Padana è il Bosco Fontana, antica riserva di caccia dei Gonzaga.
Si può soltanto passeggiare (niente auto, moto o bici) tra le grandi farnie, carpioni, olmi, ciliegi selvatici, con ricchissimo sottobosco.
Affascina l’osservazione degli uccelli e degli insetti della foresta, che nasconde anche volpi, donnole, faine e anche il cinghiale.

Sabbioneta

Ed il principe ordinò: “Si faccia la mia Sabbioneta”. Splendida avventura umanistica di Vespasiano Gonzaga, definita la “Piccola Atene dei Gonzaga”.

Parco della scienza

La struttura posta sul lungolago Mincio, prima esperienza in Italia, consente ai ragazzi, attraverso il gioco, di avvicinarsi ai temi della scienza, della fisica, dell’architettura e dell’ambiente.